La coniugazione spagnola non è sempre facile. Ad esempio, ci sono due parole per tradurre il verbo essere: serestar. Sono queste due parole che studieremo oggi per migliorare il tuo apprendimento e la padronanza della lingua.

ser o estar in spagnolo

Come usare ser o estar in spagnolo?

I verbi ser ed estar si traducono entrambi con il verbo “essere” in italiano e sono quindi importanti per imparare lo spagnolo e usarlo correttamente. Una volta compresa la differenza tra questi due verbi, avrai fatto un passo da gigante. Inoltre, alla fine di questo articolo troverai anche tre esempi e suggerimenti per aiutarti a superare le situazioni più difficili e scegliere il verbo giusto per la situazione specifica.

È difficile scegliere tra serestar in spagnolo perché, nonostante si traducano nella stessa parola, hanno significati (e usi) diversi. Cominciamo con l’idea principale:

Ser si usa per parlare di qualità costanti mentre estar si usa per parlare di stati temporanei

Gli usi principali del verbo ser

Ci sono 5 usi principali per il verbo ser, vediamoli insieme.

1. Identificare e definire una persona o una cosa
Ella es mi hermana pequeña (= lei è la mia sorellina)
Mi coche es grande y negro (= la mia macchina è grande e nera)

Usiamo il verbo ser per parlare delle qualità permanenti di qualcuno o qualcosa. Queste qualità permanenti possono riferirsi a nomi, descrizioni fisiche e persino religioni o credenze.

2. Nazionalità e origini
Yo soy española (= io sono spagnola)
Mi profesor es de Estados Unidos (= il mio insegnante è degli Stati Uniti)

Il luogo da cui proviene qualcuno o qualcosa o il materiale usato per fare qualcosa può essere considerato un’origine. Questo è il motivo per cui possiamo anche dire Esta mesa es de madera (= questo tavolo è di legno).

3. Professione o hobby
El es medico (= lui è medico)

Un lavoro o un hobby, cioè quello che qualcuno fa per vivere o per trascorrere il proprio tempo libero. Per parlarne usiamo il verbo ser. Ma attenzione: in spagnolo, come in italiano, non usiamo mai un articolo per parlare di un lavoro. Per questo diciamo “el es medico” (= è medico) e non “el es un medico“.

4. La qualità di un oggetto, una persona o un luogo
Los ratones son pequeños (= i topi sono piccoli)
María es muy guapa (= María è molto bella)
Nueva York es enorme (= New York è enorme)

Il verbo ser viene utilizzato anche per tutte le caratteristiche permanenti. È vero che gli aggettivi visti sopra indicano opinione che possono essere soggettive, ma per chi fa queste affermazioni sono così. Perciò usiamo il verbo ser.

5. Possesso
El libro es de mi hijo (= il libro è di mio figlio)

In spagnolo il possesso è considerato un elemento costante. E quindi usiamo il verbo ser.

Gli usi principali del verbo estar

Estar è usato per parlare di stati e luoghi temporanei. Il verbo estar ha quattro usi principali che ora descriviamo.

1. Luogo o posizione
Mi casa está en el centro de la ciudad (= la mia casa è nel centro della città)
Mi abuela está sentada (= mia nonna sta seduta)

Estar è usato per parlare di una posizione fisica in cui si trova una persona o una cosa. Attenzione però se parliamo del luogo di un evento o di una festa usiamo il verbo ser. Per questo diremo La fiesta es en mi casa (= la festa è a casa mia).

2. Un’azione
Ella está hablando español (= lei sta parlando spagnolo)

Estar è usato per riferirsi ad azioni in corso ed è solitamente seguito da un gerundio. È un po’ curioso ma in spagnolo per parlare della morte usiamo comunque il verbo estar. Diremo ad esempio: Mi bisabuelo está muerto (= il mio bisnonno è morto).

3. Descrivere uno stato temporaneo
Hoy estoy muy cansada (= sono molto stanca oggi)
Mi hijo está enfermo (= mio figlio è malato)

Per descrivere lo stato fisico o mentale di qualcosa o qualcuno, usiamo il verbo estar perché li consideriamo transitori.

4. Emozioni
Estoy triste porque han terminado las vacaciones (= sono triste perché le vacanze sono finite)
Ella está feliz porque ha ganado la lotería (= è felice perché ha vinto la lotteria)

Anche le emozioni non sono permanenti e possono cambiare in qualsiasi momento. Questo è il motivo per cui è usato il verbo estar per descriverle.

Esempi e suggerimenti per capire quando usare ser o estar

Il modo migliore per capire la differenza tra ser o estar in spagnolo è confrontarli in esempi reali. Quindi ecco tre esempi e alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a scegliere facilmente tra i due verbi.

Parlare del carattere di una persona

Guarda queste due frasi:

Sara es una persona feliz (= Sara è una persona felice)
Sara está de buen humour (= Sara è di buon umore)

Essere felice fa parte della personalità di Sara. Poiché è qualcosa di permanente, nella prima frase usiamo il verbo ser. Tuttavia, l’umore può cambiare durante il giorno, è una cosa temporanea ed è per questo che nella seconda frase si usa il verbo estar.

Un consiglio per decidere se usare ser o estar è provare a mettere la parola persona prima dell’aggettivo. Se puoi mettere la parola persona e la frase fila, allora puoi usare il verbo ser. Se non funziona, e pensi che non riguarda la persona ma lo stato (suo), allora dovresti usare il verbo estar. Ad esempio, non diremo mai ella es sudorosa perché non possiamo dire “È una persona sudata”. Essere sudati è uno stato temporaneo e per questo useremo il verbo estar: esta sudorosa.

Descrivere qualcuno fisicamente
Él es muy guapo (= è molto bello)
Él está muy guapo esta noche (= è molto bello stasera)

Prima abbiamo detto che per descrivere fisicamente una persona, una cosa o un luogo dobbiamo usare ser. Se parliamo di una caratteristica permanente della persona, possiamo usare ser. Nel nostro esempio infatti abbiamo detto él es muy guapo = è molto bello. Tuttavia, se stiamo parlando di una caratteristica transitoria o provvisoria useremo il verbo estar. E nel nostro esempio leggiamo él está muy guapo esta noche = stasera è molto bello, ad esempio perché indossa un abito molto elegante.

Parlare di un luogo
Nosotros somos de Nueva York (= siamo di New York – nel senso di “origine”)
Nosotros estamos a Nueva York (= siamo a New York)

Nel primo caso stiamo parlando dell’origine di queste persone, che è permanente. Quindi usiamo il verbo ser. Nel secondo caso stiamo parlando di dove si trovano queste persone, il che è temporaneo e usiamo il verbo estar.

Un consiglio per riconoscere quale usare tra ser o estar quando parli di un luogo? Vedi se c’è la preposizione de (= di) nella frase. Se vedi la preposizione de, allora sai che è un’origine e che devi usare il verbo ser. Al contrario, se vedi la preposizione en (= in, a) nella frase, sai che stiamo parlando di un luogo dove c’è qualcuno o qualcosa, e puoi usare il verbo estar.

Se ti sembrano troppe informazioni tutte insieme non preoccuparti: con il tempo e la pratica capirai molto bene come usare questi due verbi. Un buon modo per esercitarsi è osservare come vengono usati nelle espressioni che trovi nei nostri corsi e nella nostra app per imparare lo spagnolo. Inoltre, se sei un principiante e fai un errore, non preoccuparti. La persona con cui stai parlando capirà perfettamente quello che stai dicendo, fidati di me!

Tutti i suggerimenti in video

Trova tutti i consigli di Mirari nel nostro video disponibile su YouTube o sotto. Il video è in spagnolo con sottotitoli in diverse lingue, incluso l’italiano. Per trovare i sottotitoli, fai clic sulla rotellina in basso a destra. Puoi anche rallentare la velocità di diffusione (sempre cliccando la rotellina).

Iscriviti al nostro canale YouTube per ulteriori suggerimenti

Sullo stesso argomento, puoi anche leggere la nostra mini guida sui verbi irregolari in spagnolo. Ti aiuterà a capire meglio l’uso dei verbi irregolari e ad apprenderne alcuni durante il processo!