Imparare a parlare francese significa apprendere le parole della vita quotidiana, quelle per discorsi più formali e sostenuuti ma pure l’argot. Abbiamo già parlato di argot francese perché per parlare in modo più naturale, più fluido e più attuale, è bene integrare nel proprio lessico un po’ di parole di gergo francese.  Tra verlan e linguaggio familiare, Cédric ti insegna 10 parole di argot tra le più usate nel nostro nuovo video.

Il video fa parte della serie «How to Learn Specific Languages» del nostro canale YouTube. Abbiamo articoli su slang americano, gergo italiano, slang della Spagna, slang dell’America Latina e del Brasile. Una bella raccolta!

parole di argot francese

 

Aggiungi l’argot al tuo vocabolario francese

Vediamo quali sono le parole di argot francese più comuni e come puoi usarle nelle conversazioni quotidiane con la storia creata da Cédric (hai sia i sottotitoli che la trascrizione).

Trascrizione

In Francia si parla molto raramente di un uomo o di una donna. Si dice piuttosto “le mec” o “la meuf“, soprattutto tra i giovani. Ad esempio, puoi sentire: “mais c’est qui ce mec ?” o “Tu connais cette meuf ?” Si possono usare anche per parlare del tuo ragazzo o della tua ragazza. Se parliamo di amici, non si usa questa parola molto spesso. Si preferisce usare la parola “pote” per parlare di un amico o di un fidanzato, è più informale. Ad esempio si può dire “Ah lui c’est mon pote, je vais boire un verre avec lui“.

Quindi vai a prendere un bicchiere col tuo amico, ma sei già in ritardo! In questo caso lo chiamerai per dirgli che sei in ritardo. Allora gli dirai che sei “à la bourre“. “Excuse moi, je suis à la bourre, j’arrive dans 15 minutes.” Attenzione, non devi confondere questa espressione con “être bourré” che vuol dire “être saoul” (ubriaco). L’amico che ti aspetta può risponderti “viens vite, je t’attends depuis une heure et je suis déjà bourré…

Per parlare di lavoro, i francesi usano la parola “boulot” o la parola “taf“, che però è un po’ più familiare. Puoi quindi rispondere al tuo amico: “je suis désolé mais j’avais beaucoup de boulot aujourd’hui…” o “je viens de partir du taf à l’instant.”

Siccome si mangia bene in Francia, abbiamo una espressione d’argot anche per questo. Si parla di “bouffe” per il cibo e di “bouffer” per mangiare. Certo non si usano per parlare di gastronomia, ma più per un McDonald’s ad esempio.  Sempre nella stessa conversazione, puoi continuare e dire: “Je n’ai même pas eu le temps de bouffer aujourd’hui…” Poiché parliamo di bouffe, ti viene fame! E per parlare di fame, in Francia si dice che si ha “la dalle” o peggio, che si “crève la dalle”. Però non lo dire ai camerieri di un ristorante, altrimenti ti guarderanno strano. Il tuo amico potrebbe dire: “Tu n’as rien mangé de la journée ? Mais tu dois crever la dalle ?

Se impari una lingua, spesso fai degli errori, vero? Eh be’, puoi anche dire che sei “planté“. Ad esempio, dici al tuo amico che continua ad aspettarti: “Attends, je me suis planté de bus, je te rappelle plus tard“. Ebbene, il tuo amico alla fine si è infastidito. Lo hai… “saoulé” ! Pure se è già bourré (ubriaco) “saoulé” vuol dire anche arrabbiato/infastidito in questo contesto. “T’es sérieux ? Ça fait une heure que je t’attends ! Tu commences vraiment à me saouler à toujours être en retard…” Chiaramente il tuo amico non ti aspetta più e se ne vorrà andare. Si può usare l’espressione “se casser” ma attenzione, è molto informale! La si usa spesso quando si è arrabbiati: “Allez c’est bon, je ne vais plus t’attendre, je me casse d’ici !

 

Vuoi saperne di più sull’argot francese?

app per imparare il franceseEcco, abbiamo visto 10 espressioni d’argot francese molto frequenti. Se hai domande, lasciale nei commenti. E prima di “vous casser”, ricordati di iscriverti al nostro canale YouTube MosaLingua 😉

Per imparare altre parole di argot puoi anche scaricare la nostra app per imparare il francese (cliccando usl link o sull’immagine). Buon apprendimento!